www.al-anon-areavenetoest.it

  • Pieno Schermo
  • Schermo Largo
  • Schermo stretto
  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione base caratteri
  • Diminuisce dimensione caratteri

Domande frequenti su Al-Anon e alcolismo

Stampa

SOMMARIO

1) Sono preoccupato per una persona che probabilmente ha problemi con l’alcol: come faccio a capire se è vero?

2) Che cos’è l’alcolismo?

3) L’alcolismo può essere guarito?

4) Esistono farmaci per curare l’alcolismo?

5) Come posso comportarmi per fare smettere di bere un alcolista?

6) A chi posso chiedere aiuto per fare smettere di bere un alcolista?

7) Come si fa ad uscire dall’alcolismo?

8) Al-Anon suggerisce terapie farmacologiche o di altro genere?

9) L’alcolismo è ereditario?

10) Chi sono gli alcolisti?

11) Come l’alcolista influenza la famiglia e gli amici?

12) Come Al-Anon potrebbe aiutarmi?

13) Chi sono i membri di Al-Anon?

14) Al-Anon è un' associazione religiosa?

15) Devo dire qualcosa durante una riunione?

16) Qualcuno potrebbe dire che sono stato all'incontro?

17) Quanto verrà a costare la partecipazione



1) Sono preoccupato per una persona che probabilmente ha problemi con l’alcol: come faccio a capire se è vero?

Non è facile all’inizio capire se e quanto la persona abbia problemi di alcol, in quanto l’alcolista beve preferibilmente da solo, rifiuta il dialogo sull’argomento, negando anche l’evidenza. Tuttavia improvvisi sbalzi di umore, apparentemente senza motivo, perdita di interesse verso la famiglia, frequenti vuoti di memoria, accampare continuamente scuse per il suo comportamento e cercare tutte le attenuanti al suo bere colpevolizzando le persone più vicine, sono dei segnali molto forti di alcolismo.

torna all'inizio



2) Che cos’è l’alcolismo?

L’alcolismo è riconosciuto come malattia dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Si manifesta con un desiderio incontrollabile di bere sostanze alcoliche. Questa compulsione, assieme agli effetti devastanti dell’alcol, conduce il soggetto a comportamenti tali che tutta la sua vita ne è stravolta.
L’alcolismo infatti colpisce il corpo, la mente e lo spirito. E’ importante sottolineare che non è un vizio come ancora qualcuno lo stigmatizza.

torna all'inizio



3) L’alcolismo può essere guarito?

L’alcolismo è una malattia che può essere fermata con l’astinenza totale dall’alcol, ma non guarita.

torna all'inizio



4) Esistono farmaci per curare l’alcolismo?

Al-Anon non da risposte che sono prerogativa dei medici, tuttavia l’esperienza e la lunga collaborazione con specialisti in materia ci consentono di dire che, a tutt’oggi, non esistono farmaci in grado di guarirlo. In ogni caso il medico di base o lo specialista in alcoologia ti potrà informare dettagliatamente su questo argomento.

torna all'inizio



5) Come posso comportarmi per fare smettere di bere un alcolista?

La persona che ha questo problema spesso ne è già cosciente, si rende conto che qualcosa nella sua vita è cambiata e che non è più in grado di controllarsi, anche se con gli altri negherà spudoratamente.
Purtroppo forzare la situazione spesso ottiene l’effetto contrario.
Per i familiari diventa vitale imparare a conoscere i comportamenti più efficaci per aiutare l’alcolista a decidere di cambiare. Al-Anon è nata proprio con questo scopo: aiutare le famiglie.

torna all'inizio



6) A chi posso chiedere aiuto per fare smettere di bere un alcolista?

La cosa più importante da fare è uscire dalla vergogna e dalla paura. Le associazioni Al-Anon e Alcolisti Anonimi ti offrono il loro aiuto in forma anonima, totalmente gratuita. In esse troverai conforto, comprensione e l’esperienza di persone che hanno già affrontato i tuoi stessi problemi e le tue stesse ansie.
Per la parte medica o per eventuali ricoveri rivolgiti con fiducia al medico di base o al servizio per le dipendenze. Ti verranno date tutte le informazioni del caso.

torna all'inizio



7) Come si fa ad uscire dall’alcolismo?

Non c’è una risposta unica: pensiamo che tutto ciò che ottiene risultati positivi possa essere adottato .
Noi condividiamo il metodo degli Alcolisti Anonimi, basato sull’esperienza e sull’auto mutuo aiuto. Chi frequenta A.A. ha avuto spesso risultati positivi per tutta la vita. Ma è importante che chi sta vicino ad un bevitore problematico frequenti un gruppo Al-Anon per familiari e amici di alcolisti, per assimilare i comportamenti più idonei alla situazione difficile in cui si trova e per riuscire a stare meglio egli stesso, nonostante tutto.

torna all'inizio



8) Al-Anon suggerisce terapie farmacologiche o di altro genere?

L'Associazione Gruppi Familiari Al-Anon ha come unico scopo aiutare le famiglie e gli amici di alcolisti che si sentono in difficoltà a causa del bere di un loro congiunto, indipendentemente dal fatto che quest'ultimo frequenti, o meno, i Gruppi A.A.
Offre aiuto morale e spirituale e non si sostituisce in alcun modo a quello che è il lavoro di Professionisti che operano in questo campo a vario titolo.

torna all'inizio


9) L’alcolismo è ereditario?

Nonostante i recenti studi sul DNA, la scienza non ha ancora dato una risposta certa a questa domanda. Tuttavia le statistiche e le storie familiari degli alcolisti sembrano indicare l’esistenza di una componente genetica e di una ambientale di pari importanza.
I figli di alcolisti sono più esposti al rischio di diventare a loro volta alcolisti rispetto a persone nate in famiglie senza problemi di alcol. Inoltre nella scelta dei compagni di vita sembrano più attratti dalle persone che presentano le caratteristiche del familiare alcolista.
Diventa quindi indispensabile interrompere questa spirale negativa anche per il futuro dei nostri figli. Al-Anon offre questa opportunità a chiunque lo voglia. E’ imparando a conoscere i meccanismi di questa malattia che possiamo difenderci dai suoi effetti negativi e aiutare così anche l'alcoolista a intraprendere un percorso di recupero.

torna all'inizio



10) Chi sono gli alcolisti?

Chiunque può diventare alcolista, non c’è differenza di cultura ceto sociale o altro. Oltre il 95 per cento degli alcolisti ha famiglia lavoro e amici.

torna all'inizio



11) Come l’alcolista influenza la famiglia e gli amici?

L’alcolismo è una malattia che coinvolge tutta la famiglia e condiziona tutti coloro che hanno una relazione con un forte bevitore. Coloro che gli sono più vicino o hanno legami d’affetto possono più facilmente farsi coinvolgere dal suo comportamento. Essi prendono il biasimo, il senso di colpa e la vergogna che in realtà appartengono all’alcolista. Reagiscono ai suoi comportamenti distruttivi con comportamenti altrettanto sbagliati. Spesso perdono la serenità , l’equilibrio interiore e hanno bisogno di aiuto e conforto.

torna all'inizio



12) Come Al-Anon potrebbe aiutarmi?

In Al-Anon troverai un posto dove condividere il tuo stato d’animo con persone che hanno vissuto la tua stessa esperienza. Potranno capire la tua paura, la tua vergogna, l’angoscia che forse anche tu provi. Potrai non sentirti più solo, imparare a vivere una vita migliore e più serena anche se l’alcolista non ha ancora intrapreso un percorso di recupero.

torna all'inizio



13) Chi sono i membri di Al-Anon?

I membri sono persone di tutti i ceti sociali e culturali (l’alcolismo non guarda in faccia nessuno). Possono essere genitori, figli, coniugi, fratelli, amici…chiunque sia stato condizionato dal bere di un’altra persona.

torna all'inizio



14) Al-Anon è un' associazione religiosa?

No, non è un’associazione religiosa. Abbiamo un programma spirituale che ci invita a trovare “un Potere più grande di noi stessi” che ci aiuti a non sentirci schiacciati dai nostri problemi. Ciascuno è libero di aderire o meno ad una qualsiasi fede o religione.

torna all'inizio



15) Devo dire qualcosa durante una riunione?

Soltanto se lo vorrai: sarà una tua scelta, puoi anche semplicemente ascoltare. Ai nuovi arrivati viene spiegato come si svolgono le riunioni e fornito loro della letteratura e un calendario degli incontri. Vengono quindi invitati a rispettare l’anonimato di chi si ha visto e di ciò che si ha udito.

torna all'inizio



16) Qualcuno potrebbe dire che sono stato all'incontro?

Gli incontri sono riservati e anonimi. Tutti sono tenuti a rispettare questa regola (undicesima tradizione).

torna all'inizio



17) Quanto verrà a costare la partecipazione?

Non ci sono quote o tasse da pagare. Durante la riunione viene fatto passare un cestino, i membri contribuiscono a seconda della loro disponibilità con piccole cifre. Questi contributi servono per pagare l’affitto della stanza, fornire la letteratura e altre piccole spese.

torna all'inizio

FAQ - Domande frequenti

Sitemap